fbpx
  • No products in the cart.
View Cart
Subtotal: 0

Vuoi diventare un nomade digitale?

Per i lavoratori che possono lavorare da remoto, il Covid-19 ha creato una nuova e inaspettata opportunità; diventare un nomade digitale.

Alcuni paesi hanno iniziato ad attirare questo nuovo gruppo di lavoratori; sia in termini numerici che di capacità di spesa, i nomadi digitali sono decisamente importanti. Barbados e Hawaii hanno già iniziato. Le Hawaii, ad esempio, pagano il biglietto aereo per andare e tornare.

I nomadi digitali, sono un bel pò!

Le statistiche sono chiare; un terzo dei lavori americani potrebbe essere svolto interamente da remoto. Un sondaggio Gartner afferma: “L’82% dei leader aziendali prevede di consentire ai dipendenti di lavorare a distanza con più frequenza”.

La tendenza è in crescita, secondo il sondaggio MBO Partners, i nomadi digitali sono passati da 7,3 milioni nel 2019 a 10,9 milioni nel 2020. Un aumento del 49%.

E tu?

Questa potrebbe essere la tua occasione per vivere un’incredibile avventura in un luogo che ami. Forse per 6 mesi o 1 anno. Perché no?

Se domani il tuo capo si aprisse a questo scenario, coglieresti questa opportunità o no? Di cosa hai bisogno per dire “sì”? E … dove andresti?

La Toscana può essere il paradiso per i nomadi digitali?

Si, decisamente sì! Secondo il dipartimento viaggi del colosso CNN, l’Italia ha raggiunto (per l’n-esima volta) la vetta dei migliori paesi del mondo dove fare un viaggio. La Toscana è uno dei luoghi più sognati da visitare, una vera icona per arte, architettura, gastronomia e storia.

Proseguiamo ancora un attimo, e adesso immagina per un secondo di essere a casa, in mezzo alle colline toscane. Il tavolo in legno è la tua nuova scrivania. Ora solleva la testa dal monitor e goditi il ​​panorama. Puoi essere nella famosa zona del Chianti o vicino a Pisa sulla costa, o all’Isola d’Elba, o forse in una delle torri medievali di San Gimignano, solo per citare alcuni luoghi che amo. Un’opportunità che ti permetterebbe di assaporare la regione, vivere come un locale e sperimentare lo “stile di vita italiano/toscano” che va ben oltre la gastronomia. Come ti suona?

Conclusione

Sia chiaro, diventare un nomade digitale non è sempre fattibile o facile, ma a volte vale la pena di provare a superare alcuni ostacoli per avere la possibilità di vivere un’esperienza trasformativa per te e la tua famiglia.

Presenterò un progetto all’autorità governativa per promuovere la Toscana come il miglior soggiorno per i nomadi digitali. Nel frattempo, se vuoi essere un early adopter, e vuoi diventare un nomade digitale in Toscana, puoi contare su di me.

Preparati a cogliere le opportunità, il futuro è nelle tue mani.

Alberto

PS. Se non puoi goderti la Toscana come un nomade digitale, puoi vivere la Toscana al meglio come viaggiatore intelligente. In tal caso, noi siamo qui, pronti a servirti! Stammi bene!

Scroll to top