Via Francigena in bici – Itinerario storico per una vacanza in bicicletta

Tour in bicicletta sulla Via Francigena

Vorrei condividere con voi alcune considerazioni relative al mio recente tour in bici sulla storica via Francigena … forse uno dei migliori tour in bici della Toscana.

E’ un itinerario mistico e storico ed è l‘ideale per una vacanza in bici di più giorni.

La Via Francigena è uno splendido sentiero panoramico che collega, solo per citarne alcuni, gioielli toscani come Lucca, San Miniato, San Gimignano, Siena. E’ un itinerario che divenne famoso quando Sigerico, nell’anno 990, per ritornare a Canterbury da Roma dopo l’investitura del Pallio Arcivescovile da parte del Papa Giovanni XV, su invito del Pontefice, annotò tutte le 80 tappe, giorno per giorno, che lo riportavano in Gran Bretagna attraverso l’Europa.

L’attuale via Francigena è il “reverse engineering” del diario di viaggio di Sigerico.

L’obiettivo primario del mio giro in bici sulla Francigena era di verificare nuovamente la qualità del percorso da Lucca a Siena per assicurarmi di avere chiaro se/cosa poter fare con i miei ospiti durante il bike tour.

L’obiettivo celato, invece, era quello di stare un paio di giorni in compagnia dei miei migliori amici per pedalare insieme, fare lunghe chiacchierate, godere della bellezza della natura e gustare cibi deliziosi.

Lucca, il punto di partenza, lo abbiamo raggiunto in treno partendo da Firenze. Alcuni dei treni “locali” sono attrezzati con un’area dedicata al parcheggio delle biciclette. Viaggiare in treno con le bici al seguito diventa facile, economico e molto divertente.

Partenza da Lucca alle 9 del mattino. I primi 25 km non sono molto eccitanti, nonostante alcuni meravigliosi edifici storici lungo il percorso, la strada su asfalto e piuttosto monotona.

Da San Miniato le cose cambiano ed il sentiero che la collega a San Gimignano è semplicemente incantevole.

Al nostro arrivo a San Gimignano, abbiamo percorso circa 100 km con un dislivello di circa 800 mt. Il 75% fuoristrada.

A fine giornata, sono piacevolmente stanco e molto soddisfatto!

Appena arrivati a San Gimignano ci concediamo una ricompensa… un super gelato alla celeberrima gelateria Dondoli. Questa gelateria ha vinto “Gelato World Champion 2006 / 2007-2008-2009”. Assolutamente delizioso.

Sulla base di quanto sperimentato nel primo tratto di bici, credo proprio che i miei bike tour partiranno da San Miniato eliminando il segmento iniziale – a mio avviso – un pò noioso. 

Per la cena, ci concediamo semplicemente il paradiso… andiamo al ristorante Il Feudo dall’amico Gennaro.

Al mattino, a colazione, ci fermiamo da Francesca al Caffè Giardino. Francesca è adorabile, la qualità del cibo eccellente e, soprattutto, in fondo alla sala del suo bar c’è una piccola finestra da cui si gode una vista mozzafiato sulla campagna di San Gimignano. Semplicemente meraviglioso.

Dopo l’ultima foto della splendida vista fuori dalla finestra di Francesca, ci spostiamo verso Siena.

I chilometri scorrono veloci nonostante le soste frequenti per esplorare il territorio e le piacevoli conversazioni con gli abitanti del posto, dalle quali si impara sempre qualcosa.

Quando siamo arrivati ​​a “Le Caldane“,: meraviglioso esempio di bagno termale etrusco/romano, il nostro arrivo coincide con quello di un ragazzo al termine del suo allenamento di corsa. Lui ha una “strana” abitudine, alla fine del suo allenamento si concede, per chiudere in bellezza,  una bagno nella vasca termale. Indipendentemente dalla stagione. 

La temperatura esterna era di circa 3 ° C ed il vapore della piscina era visibile da lontano e molto invitante anche per noi.

Quando scopriamo che la temperatura dell’acqua della piscina è di circa 18 ° ogni desiderio di immergerci scompare. Adesso non ci sembra il momento. Il ragazzo, invece, segue il suo rito e si immerge come di consueto nelle acque cristalline. Complimenti!!!

La sensazione che si prova percorrendo la via Francigena in bici è magica, sembra di vivere in un “universo parallelo”. Diventa possibile andare da una città all’altra semplicemente pedalando in mezzo alla natura, godendo di panorami mozzafiato, ascoltando il suono del bosco, mentre il resto del mondo continua a correre su grandi strade affollate e rumorose. Questa magica strada offre la bellezza della campagna toscana e grandi opportunità di visitare/esplorare piccoli gioielli come le Pievi (piccole chiese di campagna la cui origine è medievale) e altri resti etrusco/romani che raccontano storie antiche.

Il nostro arrivo a Siena è fantastico! Sbuchiamo dal bosco, con pochi chilometri di asfalto siamo a Piazza del Campo.

Completiamo gli ultimi 2 chilometri a piedi (non è permesso andare in bicicletta in centro a Siena) circondati da migliaia di turisti.

Il sole splende, ci sediamo a terra in Piazza del Campo per goderci la bellezza di questo magnifico posto mentre le persone attorno ci guardano come se fossimo venuti da Marte.

Il treno ci aspetta per il rientro con le e-bike a Firenze.

Il nostro tour in bici é finito, un’altro viaggio che non dimenticherò mai.

Questa è una esperienza che lascia il segno. Con la giusta organizzazione, è facilmente fattibile durante tutto l’arco dell’anno. 

Se questo breve racconto ti ho fatto venire voglia di provarci… allora guarda il tour sulla Francigena che ti propongo.

Non te ne pentirai.

Hai domande? Contattami e ti risponderò in tempi brevissimi.

Scroll to top
0